Dai 5 Riti Tibetani al Trulkhor, lo yoga del movimento del Tibet

Domenica 28 gennaio 2018

Bologna (BO) - Emilia-Romagna





28 gennaio Sequenza dei 5 riti tibetani abbinata alla respirazione dello yoga tibetano
Apprenderemo a praticare i riti tibetani in un'unica sequenza fluida e ininterrotta abbinata ad una particolare respirazione, ritmica e profonda (caratteristica essenziale nello yoga tibetano). Da praticare tutti i giorni per longevità, salute ed energia. Seminario di appro-fondimento sui 5 riti tibetani: dagli esercizi del libro alla loro esecuzione in una sequenza ininterrotta abbinata alle tecniche di respirazione dello yoga tibetano

Apprenderemo a praticare i riti tibetani in un'unica sequenza ininterrotta sempre abbinata con una respirazione particolare, ritmica e profonda e con particolari contrazioni muscolari (caratteristiche essenziali dello yoga tibetano o trulkhor ).
Il trulkhor o "Movimento rotatorio Magico", è una pratica tibetana di yoga nella quale la respirazione e le visualizzazioni si integrano con movimenti particolari del corpo. A differenza delle forme di yoga che conosciamo oggi il praticante abbina un particolare tipo di respiro mentre il corpo si muove e si stira di modo da poter guidare con la mente il prana nei canali. Molti trulkhor fanno parte di tradizioni segrete ( Naropa, Niguma, Kalachakra,...) mentre in occidente è divenuta famosa la serie dei 5 riti tibetani, ma la modalità con cui normalmente è praticata differisce in modo sostanziale da come si pratica in realtà lo yoga tibetano.

I Riti Tibetani sono una sequenza dinamica di alcuni esercizi (di Yoga Tibetano) che stimolano i plessi nervosi e le ghiandole correlate. Le nostre ghiandole endocrine regolano tutte le funzioni del corpo compreso il processo di invecchiamento e con questi semplici esercizi impariamo a riequilibrare le funzioni ormonali, recuperando salute e benessere.
Lo scopo dei riti è essenzialmente accrescere la salute psicofisica e la longevità (Kalpa Yoga) canalizzando l'energia intorno ai centri energetici del corpo (Chakra), nonchè preparare la meditazione. Alcuni di questi Riti furono divulgati per la prima volta da Peter Kelder nel suo libro "I Cinque Tibetani" (stampato nel 1939) dove scrisse che provenivano da un misterioso e remoto monastero tibetano i cui monaci erano a conoscenza del segreto della "fonte dell'eterna giovinezza". Le varie edizioni del libro riportano un numero via via crescente di lettere dei lettori che praticando i Riti quotidianamente (la pratica completa richiede pochi minuti) affermano di aver ottenuto innumerevoli benefici, dalla ricrescita dei capelli al miglioramento di vista, elasticità ed energia in generale, ringiovanimento ormonale.
Sono facili da apprendere anche da chi non è particolarmente flessibile o non ha esperienza di Yoga o pranayama. Una volta appresi vanno praticati tutti i giorni per verificare su di sé i loro effetti.

Durante il seminario approfondiremo anche alcune pratiche preliminari essenziali per accrescere i benefici della sequenza: Il saluto con le prostrazioni (Namaskara), la motivazione altruistica (bodhicitta), le 9 respirazioni di purificazione dei 3 principali canali energetici (nava shuddhi), il pranayama quadrato per rendere la respirazione più estesa, lenta e profonda, la sonorizzazione del mantra nei vari chakra (omkara guruyoga) e la dedica dei meriti al termine (parinamana).

-

L'insegnante Marco Ricci
Appassionato di Yoga e discipline orientali, che pratica dagli anni 80. Membro YANI, iscritto all'Albo Area Discipline Orientali Uisp, Federazione Europea di Yoga. Pratica pranayama e tecniche antiche dei testi classici Yoga, Vajrayana e taoisti, su cui ha ricevuto numerosi insegnamenti e tradotto vari testi classici inediti dal sanscrito

Telefonare 3357738586



Mail: centronamaskar@gmail.com




 
PraticaMente Yoga è un progetto realizzato da:

TulsiYoga asd
Via Belluno 7 - 00161 Roma
Tel. 06 9292 7879
Mail: info@tulsiyoga.it
C.F. 97777440583

Aiutateci a migliorare il servizio inviando segnalazioni o suggerimenti a:
info@praticamenteyoga.it